News – Record di bond ad alto rendimento, e rischio!


Record di bond ad alto rendimento, e rischio!

(27/09/2010)

Piu’ o meno due anni fa di questi tempi iniziava la grande paura sui mercati finanziari. Le Borse di tutto il mondo, dopo avere scricchiolato in settembre, a ottobre hanno iniziato una caduta che terminera’ solo a inizio marzo 2009. La causa e’ nota a tutti: eccesso di attivita’ speculativa su strumenti obbligazionari ad alto rendimento ma anche ad alto rischio remunerazione e rischio in finanza sono correlati, viaggiano di pari passo).

A distanza di due anni le banche, principali provocatori della crisi, hanno ripreso a macinare utili derivanti da attivita’ speculative, come se nulla fosse. Lo dimostra l’ultima ricerca della societa’ Dealogic sui bond high yield. Nei primi nove mesi del 2009 le emissioni di obbligazioni ad alto rendimento, e quindi ad alto rischio per chi li detiene in portafoglio, hanno registrato livelli record, raggiungendo i 257 miliardi di dollari nel mondo, in crescita del 58% rispetto al 2009. Solo negli Usa nei primi nove mesi le emissioni hanno battuto i record delle precedenti annate.

I bassi tassi di interesse che portano a rendimenti quasi a zero, spingono gli investitori istituzionali a cercare titoli piu’ remunerativi. La domanda di obbligazioni a maggiore rendimento ma anche a maggiore rischio, spinge molte aziende indebitate a cercare la via del mercato per raccogliere del capitale fresco che gli permetta i tappare qualche buco. Si innesca cosi’ un circolo vizioso che si autoalimenta e che fa crescere velocemente le emissioni di nuovi bond high yield, col rischio che si crei una nuova bolla speculativa. Una girandola alimentata dalle banche che aiutano gli emittenti a fronte di laute commissioni.

Due anni a fare scoppiare la crisi furono i bond sui mutui immobiliari e i cds, credit default swap. Le obbligazioni high yield si stanno candidando ad essere i protagonisti della prossima

News – Record di bond ad alto rendimento, e rischio!.

Annunci