Mia Madre, Corpo d’Amore, Alda Merini


In ogni parte,

malgrado tu fossi interamente ignudo

o interamente coperto

o interamente pazzo,

io ti ho visto salire le colline della mia origine

e non so

da vera innamorata qual sono

come tu faccia a conoscermi

e chi ti abbia messo dentro di me.

Sei un foglio,

un disegno astratto,

uno che vola come un aquilone,

uno che manda manciate di sale

nelle mie ferite aperte,

ma non mi importa:

è sempre salsedine di quel mare

pieno di coralli, di pesci,

forse di morti e infiniti sottomarini.

Quello che mi dici non ha importanza,

nessuno dei due ascolta l’altro

perchè i nostri richiami sono calati in un mondo

dove viviamo solo io e te

in compagnia di un amore

che non discuterà mai nessuno

perchè a nessuno ne abbiamo parlato.

Corpo d’Amore, Alda Merini

Annunci