Lou Reed – Set the twilight reeling


Prendimi come sono

una stella che sta sorgendo

esplode ribollendo

l’io al suo interno si dipana

nella tasca del cuore

nella corsa del sangue

nel muscolo del sesso

nel pensoso dissennato amore

accetto l’uomo nuovo

e faccio vorticare il tramonto

Alle cinque del mattino il sole e la luna

si siedono davanti alla finestra

sguardi di luce traverso il vetro blu ci sediamo

proprio davanti alla finestra

e tu che accetti nel cuore e nella testa

ciò che era stato frainteso

ciò che era stato pensato con orrore

un nuovo io è nato e l’altro è morto

io accetto l’uomo nuovo

e faccio vorticare il tramonto

Un cantante Soul sul palcoscenico

i fari che ne mostrano il sudore

si piega su un ginocchio, sembra in pianto

i fiati non si fermano

ma mentre i tamburi battono

si scopre più forte

e sul microfono

vede il proprio viso che si allarga

e il crescendo che s’innalza ormai non si trattiene più

io accetto l’uomo nuovo

e faccio vorticare il tramonto

Mentre il tramonto brucia luccicante

e la luna al cromo si posiziona

mentre lascio andare tutti i rimpianti

e faccio vorticare il tramonto

accetto l’uomo nuovo

e faccio vorticare il tramonto

(Ma non è una preghiera perfetta, di conversione e rinascita?)

Annunci