Christos Yannarás, Variazioni sul Cantico dei Cantici


Bruno Lucchi Cantico 2012

Bruno Lucchi Canticum Canticorum 2012

Nel vangelo della chiesa l’uomo erotico incarna il tròpos della vita e l’uomo religioso il tròpos della morte.

La metànoia della prostituta – gesto scopertamente erotico: acquista l’olio profumato più prezioso, senza risparmio e misura. Versa con prodigalità l’olio e torrenti di lacrime, per lavare i piedi di Cristo. Scioglie a fiume i suoi capelli per asciugarli. Tale slancio di èros palese, e l’ambiente religioso cieco, estraniato: misura il gesto con il metro dell’efficacia etica…

La prostituta ama con prodigalità e sconsideratamente, senza legge e logica. L’ambiente religioso misura l’opportunità logica del gesto e il quanto dell’utilità etica.
All’ambiente religioso – all’uomo di legge – non interessano i poveri. Ad esso interessa il gesto dell’elemosina, misurabile come azione individuale degna di ricompensa, riscossione di guadagno dal divino Rimuneratore. Forse ha bisogno di Dio solo come rimuneratore, solo per la propria giustificazione individuale. Per questo lo slancio d’amore gli è incomprensibile, talmente sfugge alla logica del commercio. La prostituta non chiede nulla…

Solo offre. Ciò che ha e ciò che è…

Coraggiosamente, senza paura di compromettersi o di compromettere. Con lo slancio del rinnegamento integrale di sé. Il silenzio della prostituta del vangelo è l’abbattimento della legge, il rendere inservibile la logica.

L’éros nasce quando, ‘all’improvviso’, risplende come unica speranza di vita colui che risuscita i morti. Devi attraversare la morte per giungere all’éros.
Nell’esperienza dell’eros siamo tutti Adamo ed Eva. L’esperienza degli altri non ci insegna nulla sull’eros.

Esso è, per ciascuno di noi, il primordiale e massimo insegnamento della vita, il primordiale e massimo inganno. Massimo insegnamento, poiché studiamo nell’eros il trópos o modo della vita. E massimo inganno, dato che tale trópos si dimostra inaccessibile alla nostra umana natura.
Christos Yannarás, Variazioni sul Cantico dei Cantici.

Annunci